Ridi e il mondo riderà con te. Piangi e sarai solo. Tutto tutto niente niente

Melo: Papà, è meglio “Amore all’alba” o “Amore al tramonto”?

Cetto: E’ più sincero “Amore a pagamento”

Immagine

Il film di Albanese è un fottuto capolavoro. Ma non del cinema comico, di sicuro con Checco Zalone o Mandelli&Biggio si ride e riderà di più. Io qua ho passato più tempo con lo stomaco contratto, abbastanza angosciato dal vedere cosa sta capitando a un paio di sliding doors di distanza, in una realtà molto vicina alla nostra.

E’ l’Italia di dopo domani. Paolo Villaggio è un Beppe Grillo muto (?) nostro prossimo presidente della repubblica, Fabrizio Bentivoglio è Mario Monti sciamano (??) nostro prossimo presidente del consiglio e i tre personaggi di Albanese, Cetto-Frengo-Rodolfo, sono la gggente come noi in parlamento, si fanno i cazzi loro e votano a comando.

Forse Tutto tutto niente niente è un capolavoro di un nuovo genere, il documentario horror ambientato nel futuro prossimo. O anche la commedia nera super kitsch. Oppure l’incubo di un professore di scienze politiche.

Quasi tutti gli elementi cinematografici sono sfruttati, spesso all’eccesso, a partire dalla recitazione: logico che quando è in scena Albanese lo spettacolo è purissimo, ogni gesto è definito e funzionale ai personaggi, tutto assurdo e sopra le righe ma drammaticamente legato al reale, al possibile e all’attualità. I gesti, i tic e l’azione comica non risultano immediatamente divertenti ma diventano memorabili perché sotto l’apparente parodia c’è un agghiacciante studio di alcuni di noi. E’ forse una cifra stilistica che sfruttano alla grande anche I soliti idioti (Non temo I soliti idioti in voi, ma I soliti idioti in noi – cit.), forse con risultati comici più immediati ed efficaci. Ma le maschere dei soliti idioti reggeranno nel tempo? Io temo che tra dieci anni le maschere di Albanese saranno ancora attuali, e questa comicità ancora sul pezzo. Purtroppo.

Tutti sul set non si sono lasciati scappare l’occasione di ubriacarsi e di fare le cose più assurde. Notevole Bentivoglio con il ciuffo alla Cameron Diaz di Tutti pazzi per Mary che biascica e gesticola come fa un grande attore senza spocchia ma anche il costumista Roberto Chiocchi e lo scenografo Marco Belluzzi si sono sbizzarriti: qui abbiamo un parlamento come una curva allo stadio, una sala d’aspetto del vaticano che pare quella di qualche talent-scout e tante altre chicche. Ottimo lavoro di chi aveva il difficile compito di render visibile la fantasia di Cetto “che propone di costruire un ponte di pilu con una corsia riservata a peluche” .

Non era certo un compito facile. La regia difatti non osa più di tanto, forse Manfredonia era troppo impegnato a suggerire un “cala cala” ad ogni scena. Per il resto filma tutto con semplicità e non ricordo inquadrature ardite o incursioni nel cinema di genere come invece in Qualunquemente, vedi la scena “western” della ricevuta fiscale. E questo è un peccato, date le premesse.

La trama funziona, ha un incipit deflagrante e un finale che sembra scritto stamattina invece che  un anno e mezzo fa, alcune gag sono più becere di altre ma in questo calderone dell’assurdo, le migliori battute sono quelle ciniche, cattive, disilluse e offensive:

Non vado mai all’estero, mi piace cagare a casa

Ecco, una frase così può farti ridere ma anche farti piangere. Quanta ignoranza ostentata con fiera volgarità.

Bravo Antonio, sei un genio e sono con te, ma che paura di spavento, altroché ridere. E al cinema ho visto le stesse reazioni: sorrisi e risa sguaiate durante la proiezione ma poi uscivan dalla sala muti, con lo sguardo basso, impauriti….ehehe altroché ridere. Bravo Antonio, anzi ti dico grazie, Antonio, ma io sono un cinicone, e poi speriamo che ti sbagli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...