SnapOscar 2012 – gli Oscar Toby Dammit

Subito dopo gli Oscar hollywoodiani vi proponiamo un simpatico passatempo: gli SnapOscar 2012!
I film presi in considerazione sono tutti quelli proiettati al Cinema Salone Snaporaz dall’ 1 Gennaio al 31 Dicembre 2011 (la lista completa è a fondo pagina).
I titoli nominati sono stati selezionati dai membri del cineclub Toby Dammit (considerateli anche come nostri consigli per le vostre visioni casalinghe).

E’ possibile votare da oggi fino alla mezzanotte di Lunedi 5 Marzo. Il giorno seguente saranno resi noti i vincitori.

Buon Divertimento! 
SnapOscar 2012 – gli Oscar Toby Dammit
I migliori film proiettati al Salone Snaporaz nel 2011:
Miglior Film: 
-Animal Kingdom
-The Artist
-Carnage
-Il Cigno Nero
-La Donna Che Canta
-Drive
-Melancholia
-This Is England
-Tournèe
-The Tree of Life
Miglior Regia:
-Mathieu Amalric (Tournèe)
-Darren Aronofsky (Il Cigno Nero)
-Michel Hazanavicius (The Artist)
-Terrence Malick (The Tree of Life)
-Nicolas Winding Refn (Drive)
Miglior Film Italiano: 
-Boris – Il Film
-Habemus Papam
-Scialla!
-Terraferma
-L’ Ultimo Terrestre
Miglior Regista Italiano:
-Emanuele Crialese (Terraferma)
-Gianni Di Gregorio (Gianni E Le Donne)
-Andrea Molaioli (Il Gioiellino)
-Nanni Moretti (Habemus Papam)
-Gianni “Gipi” Pacinotti (L’ Ultimo Terrestre)
Miglior Attore:
-Jean Dujardin (The Artist)
-Colin Firth (Il Discorso del Re)
-Ryan Gosling (Drive)
-Michel Piccoli (Habemus Papam)
-Cristoph Waltz (Carnage)
Miglior Attrice:
-Kirsten Dunst (Melancholia)
-Julianne Moore  (I Ragazzi Stanno Bene)
-Carey Mulligan (Drive)
-Natalie Portman (Il Cigno Nero)
-Kate Winslet (Carnage)
Miglior Attore Non Protagonista:
-Christian Bale (The Fighter)
-Stephen Graham (This Is England)
-Viggo Mortensen (A Dangerous Method)
-Geoffrey Rush (Il Discorso del Re)
-Uggie il cane (The Artist)
Miglior Attrice Non Protagonista:
-Berenice Bejo (The Artist)
-Julie Ferrier (L’esplosivo Piano di Bazil)
-Mila Kunis (Il Cigno Nero)
-Mimi Le Meaux (Tournèe)
-Jacki Weaver (Animal Kingdom)
Miglior Sceneggiatura:
-The Artist
-Animal Kingdom
-Carnage
-La Donna Che Canta
-Melancholia
Miglior Fotografia:
-The Artist
-Il Cigno Nero
-Drive
-Tournèe
-The Tree of Life
Miglior Colonna Sonora:
-The Artist
-Drive
-One Day
-This Is England
-When You’re Strange
Miglior Documentario: 
-Pina, di Wim Wenders
-When You’re Strange, di Tom DiCillo
-Questa Storia Qua, di Alessandro Paris e Sibylle Righetti.
-Tahrir Liberation Square, di Stefano Savona
-Isola Delle Rose, di Stefano Bisulli e Roberto Naccari
Miglior Film D’Animazione: 
-Arrietty – Il Mondo Segreto Sotto il Pavimento
-Le Avventure di Sammy
-Happy Feet 2
PREMI SPECIALI MIGLIORI SCENE (Le scene sono visibili nei link tra parentesi)
Miglior Scena Romantica/D’Amore:
-I Ragazzi Stanno Bene, Julianne Moore e Annette Bening  (http://www.youtube.com/watch?v=NooZclTKDAs)
-This Is England, Thomas Turgoose e Rosamund Hanson   (http://www.youtube.com/watch?v=ep0G6F8UNxk)
-The Artist, Berenice Bejo e Jean Dujardin  (http://www.youtube.com/watch?v=SmPt9il-Tdo)
-Il Cigno Nero, Mila Kunis e Natalie Portman   (http://www.youtube.com/watch?v=0y6MiyPa7fA)
-Drive, Ryan Gosling e Carey Mulligan     (http://www.youtube.com/watch?v=-_wlyIHRJT4)
Miglior Monologo:
-Il Discorso del Re, Colin Firth         (http://www.youtube.com/watch?v=j6ULEIZHB3A&feature=related)
-This Is England, Stephen Graham     (http://www.youtube.com/watch?v=NQ4yIDYz7Es)
-The Tree of Life, Brad Pitt         (http://www.youtube.com/watch?v=ItMDNIZDvX0&feature=relmfu)
-Drive, Ryan Gosling        (http://www.youtube.com/watch?v=gG8dp6UsluE)
-The Fighter, Christian Bale        (http://www.youtube.com/watch?v=VKDqHnJ6t_Q)
Miglior Scena Comica:
-Nessuno Mi Può Giudicare “Lezioni di escort”        (http://www.youtube.com/watch?v=akCuRMvMuJI)
-Qualunquemente “Lo scontrino fiscale”           (http://www.youtube.com/watch?v=yvX_kImQNJ0)
-Boris – Il Film “Natale al Polo Nord”         (http://www.youtube.com/watch?v=iF0iMLTrPxQ)
-Boris – Il Film “Piano sequenza con Gianfranco Fini”          (http://www.youtube.com/watch?v=rfVN6JpUOjA)
-Scialla! “L’ira di Achille”          (http://www.youtube.com/watch?v=beB5oNgMB4o)
—————————————-
Film di calendario:
L’ESPLOSIVO PIANO DI BAZIL
TAMARA DREWE
IN UN MONDO MIGLIORE
QUALUNQUEMENTE
ANOTHER YEAR
GIANNI E LE DONNE
IL DISCORSO DEL RE
IL GIOIELLINO
NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE
I RAGAZZI STANNO BENE
BORIS – IL FILM
HABEMUS PAPAM
L’ALTRA VERITA’
LIMITLESS
UN PERFETTO GENTILUOMO
TERRAFERMA
L’ULTIMO TERRESTRE
LA PELLE CHE ABITO
A DANGEROUS METHOD
BAR SPORT
MELANCHOLIA
QUANDO LA NOTTE
LA KRYPTONITE NELLA BORSA
ONE DAY
PINA
IL GIORNO IN PIU
SCIALLA!
MIRACOLO A LE HAVRE
THE ARTIST
ARRIETY
HAPPY FEET 2
Film di rassegna:
ANIMAL KINGDOM
TOURNEE’
SORELLE MAI
IL CIGNO NERO
LADRI DI CADAVERI
LA DONNA CHE CANTA
IL RAGAZZO CON LA BICICLETTA
THE TREE OF LIFE
THE FIGHTER
WHEN YOU’RE STRANGE
WE WANT SEX
THIS IS ENGLAND
QUESTA STORIA QUA
CARNAGE
TAHRIR LIBERATION SQUARE
DRIVE
ISOLA DELLE ROSE
Annunci

RUMORE IN SALA – Fai un patto col cinema

Il bello di una rassegna è che se hai perso un film hai l’opportunità di poterlo vedere, invece chi ne ha amato uno in particolare può rigustarselo su grande schermo. Poi c’è il bello di vederli in lingua originale, senza i filtri del doppiaggio, per coglierne tutte le sfumature, anche quelle verbali. E’ anche un’occasione di poter (ri)vedere importanti opere d’autore e opere minori che hanno avuto poco spazio ma meritano l’attenzione del miglior pubblico. Una rassegna è un modo di vedere le cose, con o senza un fil rouge che collega i film, mettendo sempre in primo piano la bellezza e l’interesse comune.

E’ con questi presupposti che al Cinema Snaporaz abbiamo tirato su RUMORE IN SALA – fai un patto col cinema, ennesima rassegna nei 3 anni di gestione della sala, ma mai variegata e vicina al pubblico come questa. Infatti se da una parte abbiamo il più “popolare” Midnight In Paris di Woody Allen, con il quale faremo iniziare la rassegna, dall’ altra diamo spazio a bellissimi film indipendenti che hanno visto la luce in pochissime sale come Monsters e Il Buono Il Matto e Il Cattivo, rispettivamente lo sci-fi con presenze aliene più umano mai visto e uno spassoso spaghetti western dell’est. Abbiamo pensato anche a proiezioni speciali con i registi in sala per parlare dei loro lavori, come per Colour From The Dark, horror di Ivan Zuccon, uno dei pochi a fare film di genere in Italia, paese che stronca le gambe ad artisti e giovani, ma dall’immensa bellezza; starà ai documentaristi Luca Ragazzi e Gustav Hofer raccontarne l’identità dopo 3 mesi in viaggio su una 500 con il loro Italy: Love It or Leave It che presentiamo in anteprima assieme agli autori. Mentre per il burrascoso documentario candidato all’Oscar sulle guerre in Birmania intitolato Burma Vj avremo l’onore di avere testimonianze dei volontari dell’ Associazione Luna di Cattolica che hanno operato proprio in quelle zone. Per finire non potevano mancare i grandi titoli premiati ai maggiori festival, ovvero Faust (Leone d’Oro a Venezia 2011) e Una Separazione (Orso d’Oro a Berlino 2011) che verrà proiettato il giorno della Festa della Donna.

Tutti i film in lingua originale con sottotitoli.
Proiezioni tutti i giovedi dal 16 febbraio al 4 Aprile alle 21:15
16/2 MIDNIGHT IN PARIS
23/2 COLOUR FROM THE DARK (in presenza del regista Ivan Zuccon)
01/3 ITALY: LOVE IT OR LEAVE IT (in presenza del regista Luca Ragazzi)
08/3 UNA SEPARAZIONE
15/3 MONSTERS
22/3 FAUST
29/3 IL BUONO IL MATTO IL CATTIVO
05/4 BURMA VJ (in presenza dell’associazione Volontari Luna operativa in Birmania)

Eccovi anche un gustoso trailer con le migliori scene della rassegna. Enjoy it!

Quando Fellini ci mette lo zampino: da Snaporaz a Toby Dammit

Una serata di inverno come tante, incontro al bar Carlo e mi dice che ha deciso di gestire il cinema Saporaz di Cattolica con una sua associazione chiamata Toby Dammit e subito mi sono chiesto cosa significasse questo nome a me familiare. La risposta fu che visto che Snaporaz era un riferimento felliniano, la cosa più ovvia era rimanere sull’onda, ma come poter associare Fellini con il cinema che accomuna Carlo al resto di soci? Così la proposta di Raf di chiamarsi Toby Dammit. Ora che anche io sono di fatto un “Dammit” mi sono finalmente deciso a documentarmi un po’ tra wikipedia e video di youtube.

SNAPORAZ – la parola Snaporaz è utilizzata dal Maestro nel film del 1980 LA CITTA’ DELLE DONNE, film che all’epoca suscitò grandi polemiche e critiche. Il film parla di un uomo maturo ed incauto, chiamato appunto Snaporaz, che durante un viaggio in treno, conosce una misteriosa signora e decide di seguirla, scendendo in un’irreale stazione in mezzo alla campagna.
Seguendo la sconosciuta, Snaporaz si ritrova in un albergo, nel bel mezzo di un tumultuoso congresso di femministe che parlano per slogan e formule preconfezionate, che, tuttavia, il protagonista non riesce a comprendere.
L’atteggiamento ostile delle femministe, consiglia Snaporaz ad una fuga precipitosa che lo porta nel castello di Katzone, un maturo santone dell’eros che sopravvive nell’adorazione di una femminilità ormai desueta, custodendo gelosamente e metodicamente un’ordinata collezione di testimonianza delle sua conquiste, nella vana attesa di un ritorno agli antichi splendori.
Il racconto porta in un’aula di tribunale, dove uno Snaporaz ancora inconscio della propria colpa viene condannato dalle femministe che lo portano in un’arena, ove assistere al suo pubblico linciaggio. Si risveglia sul treno, davanti alla moglie Elena come un adulto “alice nel paese delle meraviglie”, sembra tutto un sogno ma gli occhiali sono rotti come nei sui sogni.

Poi l’esclamazione “Vecchio Snaporaz” compare anche in un altro film di Fellini, “8 e 1/2” dallo stesso Mastrianni davanti allo specchio.
E si dice che il nome sia il soprannome che Fellini dava a Mstroianni fuori dal set.

TOBY DAMMIT- Per quanto riguarda invece il nome che abbiamo dato alla associazione lo abbiamo preso da un film del maestro del 1968, il film in questione si intitola “Tre passi nel delirio”, un film collettivo diviso in tre episodi ispirato ai racconti di Edgar Alan Poe.
Il primo episodio è METZENGERSTEIN diretto da Roger Vadim con Jane e Peter Fonda tratto dall’ononimo racconto di Poe, tratta di una donna che provoc la morte del cugino che ha osato respingerla, ma la sorte la ripagherà delle sue azioni.
Il secondo episodio è WILLIAM WILSON diretto da Luis Malle con Alain Delon e Brigitte Bardot, parla di un ufficiale austriaco sadico che si deve confrontare con un sosia che si presenta ogni qualvolta compie una cattiva azione. L’ultimo episodio è pe l’appunto TOBY DAMMIT diretto da Federico Fellini con Terence Stamp. Il cortometraggio persenta le tipiche caratteristiche felliniane, con il suo stile surreale ci racconta di un attore alcolizzato che accetta di girare un film in Italia solo per la Ferreri promessagli dalla produzione, ma ossessionato da un richiamo inconscio, finirà per trovare la morte in una folle corsa.

Ora quì potete ammirare il corto di Fellini:

Parte I

parte II

parte III

parte IV

parte V